Zucchetti è stata premiata al Think Summit 2019

Zucchetti è stata premiata al Think Summit 2019 per aver raggiunto il traguardo delle 1.000 installazioni di sistemi IBM “Power9”.

Il riconoscimento, che è stato assegnato a Paolo Susani (nella foto) all’evento di Milano, testimonia al contempo le alte performance delle soluzioni Zucchetti su database PostgreSQL e su sistemi operativi Linux.

#ThinkMilano #PostgreSQL #Linux

Read More

Providing Innovation – l’era dei software “sostenibili”

I prodotti software gestionali del futuro sono già disponibili ed hanno caratteristiche molto diverse da quelli a cui siamo stati abituati dall’inizio della rivoluzione informatica degli anni ’70.

La grande nuova ondata di crescita nel mercato dei software gestionali e ERP
Una prima conferma dell’esistenza di questa nuova generazione di prodotti software ci viene dalle attese sulla crescita del mercato ERP. Dopo qualche anno di crescita moderata, infatti, il mercato internazionale dei software gestionali è destinato a crescere di quasi il 60% in pochi anni, dai 34,4 miliardi di dollari del 2018 agli oltre 54 miliardi del 2025.

 

Cosa spinge la crescita del mercato dei software gestionale e ERP
Sono soprattutto quattro le spinte che danno origine a questa crescita. Anzitutto il sempre più forte bisogno di avere dei processi di business di cui si possano capire il funzionamento, i costi e gli output attesi, in modo da poterli influenzare positivamente. Specialmente in anni di crescita (anche se moderata) è utile spingere la propria azienda conoscendo i costi dello sviluppo che si sta ricercando. In secondo luogo i lunghi anni della crisi hanno lasciato in eredità una maggiore attenzione alle tematiche dell’efficienza operativa, sia nell’industria che negli altri settori, e oggi che le aziende cominciano ad avere più liquidità sorge spontaneo il desiderio di dotarsi di strumenti di livello superiore. In terzo luogo l’attitudine ad usare strumenti di eccellente tecnologia si è diffusa sempre più alle piccole e alle medie aziende, anche in questo caso come portato della crisi economica che ha suscitato bisogni di razionalizzazione. Da ultimo, la diffusione delle applicazioni mobili e dell’uso del Cloud Computing richiede spesso la sostituzione dei vecchi sistemi gestionali e ERP.

 

Crescita si ma anche rinnovamento
La crescita del mercato del software gestionale e ERP si riaccende dopo anni di sviluppo di nuovi concetti alla base di tali prodotti e non avrebbe senso se non ci fosse stata una profonda rivoluzione nella maniera di concepirli. Oggi il software gestionale è un prodotto “sostenibile” nel senso che richiede un numero sempre minore di sforzi per la sua installazione, per la sua efficace gestione e per la sua manutenzione. Quali sono gli elementi di questo rinnovamento?
1) Come detto in altre occasioni, i software gestionali e ERP possono essere sempre più pronti all’uso, nel senso che possono fornire i primi benefici all’azienda che se ne dota in un tempo molto più breve rispetto ad anni fa. L’implementazione di un moderno CRM richiede qualche giorno di tempo ma fornisce immediatamente all’azienda una visione delle sue opportunità commerciali;
2) I software gestionali e ERP moderni integrano una quantità importante di funzioni derivate dalla esperienza fatta in settori verticali e che possono essere integrate là dove necessario dalla competenza di Tecnodata
3) Non meno importante e anzi di primario profilo per minimizzare i costi di adozione di un nuovo software, i prodotti moderni sono in grado di far navigare l’utilizzatore da un dato all’altro in modo circolare e intuitivo e presentano pressochè spontaneamente l’accesso alle statistiche consolidate e alle interrelazioni con gli altri dati del sistema.

 

Ecco dunque che una nuova era di crescita si apre per le aziende di tutte le dimensioni. La storia ci ha insegnato che la tecnologia porta di regola sviluppo economico e benessere sociale e questa nuova rivoluzione tecnologica non dovrebbe fare eccezione.

Read More

Le nuove soluzioni gestionali: l’integrazione con dati esterni

Il mondo è cambiato e le applicazioni gestionali non possono che cambiare di conseguenza anche per aiutare tutti noi a vivere meglio in un contesto in via di rapidissima evoluzione.

 

Quali sono i segni di tale cambiamento? Per citarne solo alcuni:

 

  • Oggi non possiamo più lavorare senza essere online, ad esempio in quanto non potremmo ricevere fatture e nemmeno emetterne. La vita stessa dell’azienda è condizionata dall’essere collegata ad Internet ed i sistemi gestionali non possono prescindere da tale considerazione. Non basta essere collegati, è necessario sviluppare le forme di integrazione necessarie nei punti nevralgici dei nostri processi di business.

 

  • I dati più rilevanti per un’azienda a volte sono esterni e non risiedono più quindi solo nell’azienda stessa o comunque si trovano all’esterno del sistema gestionale e l’azienda li deve necessariamente considerare. Come ad esempio capita per i dati prodotti dai sensori collegati tramite Internet delle Cose (IoT) che restituiscono un’immagine precisa delle attività produttive e che sono spesso collegati con altre macchine residenti in altri stabilimenti. O come ad esempio i dati sul rischio di credito connesso ad aziende che possono essere nostre clienti e che è importante integrare in maniera da non aumentare l’esposizione complessiva della nostra azienda. Altri esempi di dati esterni alla nostra azienda sono quelli relativi alla dimensione dei mercati nei quali pensiamo di vendere e che possono dare impulso alle nostre attività di marketing.

 

  • Il reporting deve quindi integrare i dati esterni ed essere dinamico, in modo da rispecchiare la vera situazione dell’azienda che diversamente non saprà come interpretare la propria situazione. Se il costo della qualità è elevato ma le macchine si stanno riorganizzando per renderlo più basso, questa linea tendenziale deve essere disponibile dal reporting aziendale in modo da evitare errori di interpretazione e soprattutto da evitare che l’azienda possa decidere di spendere altri denari per far partire programmi di efficientamento. Parimenti se il numero delle offerte commerciali sta crescendo ma questo avviene a fronte di un aumento del rischio di credito è opportuno che il Management della funzione commerciale e della funzione amministrativa ne siano bene al corrente.

 

Solo l’integrazione dei dati con il mondo esterno al sistema gestionale può dunque consentire di ottenere il vero valore che tutte le aziende ricercano. I sistemi gestionali non in grado di collegarsi con i dati esterni e di elaborarli non hanno oggi più ragione di esistere.

Read More

Le nuove soluzioni gestionali: processi e reporting pronti all’uso

La seconda caratteristica delle soluzioni gestionali moderne, dopo quella legata all’integrazione dei dati, è di essere pronte all’uso almeno nei processi critici che cambiano la vita delle aziende.

Cosa vuol dire disporre di tecnologia pronta all’uso?

I sistemi informativi moderni riescono a realizzare un sogno perfetto: quello di mettere l’utente in condizioni di utilizzare la tecnologia quasi senza formazione, così come avviene per le “app” che ogni giorno scarichiamo sui nostri smartphone, e allo stesso tempo di rendergli disponibili funzionalità in continuo aggiornamento.

Quando questa condizione di prontezza della tecnologia si rende disponibile nei processi critici che condizionano la performance economica e finanziaria dell’azienda, ecco che il sistema gestionale o ERP diventa un vero strumento di progresso che il Management può cavalcare in piena coerenza con i proprio obiettivi di miglioramento.

Ecco alcuni dei processi critici nei quali è importante che le tecnologie legate ai sistemi gestionali e ERP siano pronte all’uso. Altri processi saranno analizzati nei prossimi articoli:

  • Il processo di budgeting e di controllo di gestione
    Oggi nessuna azienda può vivere serena senza disporre di un processo di raccolta dei costi previsti durante l’anno per centro di costo e per funzione e senza previsione di quali risultati tali costi potranno assicurare. E’ importante che i sistemi gestionali mettano a disposizione strumenti semplici ed utilizzabili lo stesso giorno dell’installazione per rendere possibile questo processo in modalità immediata e collaborativa, perché il processo di apprendimento risulti di fatto inesistente e gli eventuali ritardi della formazione non siano un alibi per non dare inizio immediato al processo stesso.
  • Il processo di pianificazione e controllo delle vendite
    Pianificare le vendite è uno dei compiti più difficili per le aziende e per la funzione commerciale. Parzialmente derivata dal processo di budgeting, la pianificazione delle vendite si avvale di dati storici e di ipotesi di copertura dei mercati che possono essere aggiornate durante l’anno ma che richiedono un’analisi immediata da parte delle aziende anche prima dell’inizio dell’esercizio. E’ importante che i sistemi informativi gestionali diano alle aziende la disponibilità di strumenti di
  • Il processo di pianificazione delle risorse produttive (uomini e macchine)
    Rendere disponibile un sistema gestionale che consenta in ogni momento di allocare le risorse produttive in modo efficiente è un’arma non solo di riduzione degli sprechi ma soprattutto di conquista di fette di mercato importanti tramite il servizio al cliente. Sia le aziende produttive che le aziende che rendono servizi attraverso cicli di lavoro il cui percorso temporale è noto o stimabile devono oggi disporre di sistemi gestionali efficaci sin dal primo giorno dell’installazione, per poter monetizzare al massimo l’investimento realizzato.

La storia dei sistemi gestionali ci insegna dunque che questi diventano una vera risorsa al servizio delle aziende quando si focalizzano sui processi critici e quando riescono ad operare con grande velocità. E’ quello che Tecnodata realizza con Infinity 4.0 ed i suoi migliori clienti.

Read More

La fine dei gestionali e degli ERP

I sistemi software gestionali e le soluzioni ERP hanno cominciato a diffondersi dai primi anni ’80 quando gli schermi erano ancora bicolori e spesso neri e verdi… 


Da quell’epoca si sono succedute alcune “ondate” di informatizzazione delle medie e piccole aziende italiane basate su sistemi sempre più moderni ma di fatto sempre uguali e basati sui modelli software concepiti oltre quaranta anni fa. Oggi l’epoca dei software gestionali e dei sistemi ERP così realizzati è del tutto tramontata ed è iniziata una nuova epoca

 

Tante le ragioni che hanno condotto oggi a desiderare soluzioni completamente diverse, davvero in grado di realizzare il motto “Providing Innovation” che Tecnodata ha scelto come proprio.

 

L’incertezza economica richiede cambiamenti veloci. E’ finita l’epoca dei software che non cambiano mai e a cui le aziende si devono adeguare. L’incertezza ed i mutamenti repentini che si verificano nelle nostre economie rendono impraticabili lunghi tempi di rilascio e rigidi sistemi che non possano essere adeguati in economia e con rapidità a nuove esigenze.

 

I dati più rilevanti per un’azienda sono spesso anche esterni. Le aziende si trovano al centro di reti di produzione di dati che sono spesso molto rilevanti e devono essere considerati in tempo reale, non solo tramite consultazione ma anche tramite integrazione con i processi gestionali.

 

L’abitudine alle “app” conduce alla richiesta di soluzioni pronte all’uso, che si possano imparare quasi senza formazione e che siano in grado di fornire valore immediatamente. Una “app” che non si dimostra adatta a noi viene cancellata dopo i primi 60 secondi di utilizzo, dicono le statistiche. Ed è quello che ci porta a richiedere sistemi gestionali sempre più capaci quasi di svolgere task al nostro posto o comunque di condurci con pochi click dalla necessità di conoscenza fino all’effettuazione dei nostri compiti.

 

Il mondo è cambiato, quindi, e le applicazioni gestionali ed ERP si sono adeguate, almeno alcune. Tecnodata presenta le scoperte e le applicazioni della serie Providing Innovation con questo ed altri articoli destinati a suscitare il dibattito tra gli operatori di mercato.

 

 

Read More